UNA VITA

Se ti senti poeta, se hai le dita che prudono o vuoi renderci partecipi del tuo stato d'animo qui hai tutto lo spazio che ti serve
Rispondi
frugolik
Messaggi: 891
Iscritto il: 28/07/2014, 16:46
Località: Padova

UNA VITA

Messaggio da frugolik » 10/06/2019, 8:38

Avevo diciott’anni quando, fresco di maturità e relativo attestato nella tasca interna della giacca del completo di lino che mamma mi aveva regalato per l’occasione, varcai la soglia dell’ufficio del mio primo colloquio di lavoro.
Zio Roberto, che m’era parente quanto Aristotele di Alessandro, m’aveva detto la sera prima:
- va e fatti onore!
mostra che la “gens” da cui provieni e la cultura che ti ha cresciuto hanno fatto di te un individuo pronto ad affrontare le sfide della convivenza e della partecipazione alla vita sociale del mondo che ti accoglie!
Grande uomo, lo zio!
Nella mia mente di ragazzo dai forti valori affettivi, secondo solo a mio padre.
Nel mezzo del cammino di sua vita, all’età che a Dante ispirò una riflessione filosofica sull’avventura terrena sua e della società che condivideva, il futuro Bob s’era già costruito un bagaglio incredibile di esperienze culturali e professionali e, lasciata al fratello Gianni la gestione dell’impero industriale di famiglia, in fase ormai decadente, dirigeva un settore di ricerca della più grande multinazionale dell’informatica e della cibernetica, dal suo ufficio di Phœnix in Arizona.
Oltre che al mio genitore, dovevo a lui gran parte della mia umanità, forgiata alla curiosità di conoscere e capire il più possibile delle cose che accompagnano il nostro passaggio terreno fra i fratelli della Specie.
Parlerò molto di lui nel proseguio di questo diario della memoria;
ma ora torno a quel faraonico ufficio di cui all’incipit, che per la cronaca apparteneva ai “servizi del personale e risorse umane” della più grande banca di interesse nazionale fra quelle classificate dal “regime” nel ‘36.
C’era un uomo vestito di scuro, dal volto arcigno e severo al quale due occhialetti d’altri tempi davano l’aspetto del sosia di De Gasperi.
Sedeva dietro una scrivania lontana oltre una decina di metri dall’ingresso della stanza, su una poltrona di pelle che Fantozzi avrebbe definito “umana”, ma se lo era doveva essere appartenuta ad un rabbino non collaborazionista.
Mi fissò, forse per prendermi le misure per ritappezzare le poltroncine degli ospiti e mi invitò con voce stentorea a venire avanti e sedermi di fronte a lui.
Operazione che richiedette il suo tempo, che nella mia mente non passava mai, in ragione della distanza è dell’emozione.
(segue)

frugolik
Messaggi: 891
Iscritto il: 28/07/2014, 16:46
Località: Padova

Re: UNA VITA

Messaggio da frugolik » 11/06/2019, 9:33

- Vede, giovanotto, esordí con decisione manageriale...noi ( al momento dubitai se si trattasse di un plurale maiestatis o di un riferimento alle politiche della banca ) cerchiamo giovani preferibilmente diplomati in istituti tecnici commerciali e...
- Mi perdoni direttore, lo anticipai allungando la lettera di convocazione...ma io (avrei voluto dire “noi”) non sarei qui se non mi aveste invitato “voi”!
- Uno a zero e palla al centro!
- Lei ( e capii subito che non si riferiva alla sua segretaria ) mi sembra un ragazzo sveglio e deciso.
Mi faccia continuare!
Dicevo che se è vero che abbiamo quel tipo di preferenze nella selezione dei candidati, è altrettanto vero che ci interessano molto le loro potenzialità umane, dal momento che quelle tecniche specifiche per il nostro settore, agevoliamo a conseguirle nei percorsi universitari che invitiamo i candidati a compiere.
il suo curriculum scolastico depone per ampie possibilità di integrazione nel nostro istituto, e pertanto siamo disponibili ad offrirle un’opportunità!
- Bene!...quando cominciamo?
- Oggi è il 2 Agosto...se non ha impegni per le vacanze estive, può presentarsi domani presso la nostra filiale nº 1 di viale Certosa per iniziare a prestare servizio.
Ha tutto il pomeriggio di oggi per sbrigare le pratiche burocratiche di assunzione presso i nostri uffici centrali!
Auguri e buon lavoro!

Rispondi