Dio e l'incommensurabile

Tutte le vostre idee
Rispondi
Avatar utente
lig856
Messaggi: 1001
Iscritto il: 08/11/2014, 15:15

Dio e l'incommensurabile

Messaggio da lig856 » 12/09/2019, 13:20

Se Dio avesse voluto rendersi irriconoscibile attraverso il creato....beh! Ci è perfettamente riuscito. :)
Mi riferisco inparticolar modo alla fisica quantistica, dove il più semplice degli esperimenti e forse il più esemplare (l'esperimento della doppia fenditura) sta mettendo a dura prova i più grandi intelletti.
Tra principio di indeterminazione di Heisenberg, costante di Plank, equazione tensoriale di Schrödinger che descrive in termini di probabilità la posizione del fotone nello spazio nell'ambito della meccanica ondulatoria... Per non parlare dell'astrofisica ....mi chiedo allora perché mai il Divino ha dovuto fare un universo così complesso, forse per mettere alla prova la ns. intelligenza per fare sì che tutti potessero stupirsi per la sua abilità nel costruire una realtà così complicata o per manifestare attraverso tale complicazione infinita la Sua incommensurabilità??? :red
Ed allora mi viene da pensare che quando noi studiamo e descriviamo l'incommensurabile in realtà preghiamo perché ci avviciniamo sempre più asintoticame alla Sua grande meraviglia che è il creato! :ola
Scrutare i disegni del Sommo non appartiene alla disciplina scientifica, ma rimane il quesito del perché il motore primo avrebbe dovuto creare un mondo così incasinato!. :lol:
Gil
La comprensione delle idee altrui è il sublime dell'intelligenza, il coraggio delle proprie idee è la sublimazione dell'intelligenza
Gillana Giancarlo :ola

frugolik
Messaggi: 1024
Iscritto il: 28/07/2014, 16:46
Località: Padova

Re: Dio e l'incommensurabile

Messaggio da frugolik » 12/09/2019, 21:00

lig856 ha scritto:
12/09/2019, 13:20

Scrutare i disegni del Sommo non appartiene alla disciplina scientifica, ma rimane il quesito del perché il motore primo avrebbe dovuto creare un mondo così incasinato!. :lol:


...analizzato con la mente di noi piccoli figli di un’evoluzione ancora non completata.
Attribuire a Dio intenzioni di tipo antropico è confondere un progetto con l’analisi dei materiali dei suoi componenti.
Se ammiriamo un quadro di Van Gogh, ne cogliamo il senso di folle contemplazione nei confronti della natura, ritratta con le tinte innaturali dell’olio “pastellato”.
Ne restiamo impressionati e ne comprendiamo la sofferenza psichica.
Ma se analizzassimo le singole pennellate schizofreniche, ognuna portatrice di incoerenti quantità di pigmento e di impressione sulla tela, nulla comprenderemmo dell’anima da cui emerge una complessità artistica da molti ritenuta pregevole!🤓💦

Avatar utente
lig856
Messaggi: 1001
Iscritto il: 08/11/2014, 15:15

Re: Dio e l'incommensurabile

Messaggio da lig856 » 12/09/2019, 22:18

frugolik ha scritto:
12/09/2019, 21:00
lig856 ha scritto:
12/09/2019, 13:20

Scrutare i disegni del Sommo non appartiene alla disciplina scientifica, ma rimane il quesito del perché il motore primo avrebbe dovuto creare un mondo così incasinato!. :lol:


...analizzato con la mente di noi piccoli figli di un’evoluzione ancora non completata.
Attribuire a Dio intenzioni di tipo antropico è confondere un progetto con l’analisi dei materiali dei suoi componenti.
.......... etc. etc. ... da molti ritenuta pregevole!🤓💦
Bella la metafora, molto …. Pittorica. :D
Ma mi chiedo a quale evoluzione incompleta ti riferisci … a quella dell’uomo?
L’uomo, come disse Blaise Pascal, non è che una canna al vento, pensante sì, ma solo una canna.* :mrgreen:
E’ notizia recente che alcuni asteroidi si stanno minacciosamente avvicinando alla terra a velocità incredibile, sembra che ci sfioreranno, ma un domani basterebbe che una sola scheggia di questo pulviscolo viaggiante colpisse la terra, sarebbe sufficiente che un minuscolo granello cosmico di questi oggetti che scorribandano incontrollati l'universo ( ma non dal progetto divino!) di soli 2 km di diametro…. che adDio :lol: , homo sapiens sapiens, adDio progetto divino…all’uomo non rimarrebbe la consolazione di sapere di morire, mentre l’universo tutto potrebbe gentilmente strafegarsene, come morirono probabilmente senza capire i dinosauri … ma che differenza fa!. :oops:
Evoluzione umana.... ma in peggio od in meglio?, si potrebbe parlare anche di involuzione se oggi basta schiacciare un bottone e .... tutto sparirebbe, anche il pensiero di Frugo non ne uscirebbe indenne :lol: , fa parte del Progetto divino un cambiamento climatico anch'esso in evoluzione (quasi in ebollizione) in maniera esponenziale, dove molti scienziati sostengono che è ormai troppo tardi per porvi rimedio?....dove tutto il pensiero rischia..... una bella cottura. :D
O forse ti riferisci all’evoluzione del cosmo, che dopo collisioni, esplosioni fantasmagoriche, fagocitazioni di buchi neri, collassamento si stelle gigantesche ed infine una fuga globale del tutto verso il …. Nulla(?) sarebbe una evoluzione? …si l’universo evolve nel senso che cambia....anche in maniera catastrofica.. ma anche qui non si capisce se sarà meglio per il progetto Divino o solo una disfatta …cosmica. :twisted:
Tuttavia mi si perdoni se con la mente di noi piccoli uomini ho attribuito a Dio .... intenzioni di tipo antropico! :lol: :lol: :lol: :ola
*“L’uomo non è che una canna, la più debole della natura; ma è una canna pensante. Non c’è bisogno che tutto l’universo s’armi per schiacciarlo: un vapore, una goccia d’acqua basta a ucciderlo. Ma, anche se l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe ancor più nobile di chi lo uccide, perché sa di morire e conosce la superiorità dell’universo su di lui; l’universo invece non ne sa niente. Tutta la nostra dignità consiste dunque nel pensiero. È con questo che dobbiamo nobilitarci e non già con lo spazio e il tempo che potremmo riempire. Studiamoci dunque di pensare bene: questo è il principio della morale”
Blaise Pascal
Gil
La comprensione delle idee altrui è il sublime dell'intelligenza, il coraggio delle proprie idee è la sublimazione dell'intelligenza
Gillana Giancarlo :ola

Rispondi